logo culturemarketing
art&culture
ottobre 11, 2016 - Fondazione Musica Insieme

Musica insieme

Bologna Modern

Lunedì 17 ottobre 2016

Teatro Comunale – ore 20.30 

KRAKAUER'S ANCESTRAL GROOVE

DAVID KRAKAUER clarinetti, voce

SHERYL BAILEY chitarra elettrica, JEROME HARRIS basso

MICHAEL SARIN batteria, KEEPALIVE voce, laptop, sintetizzatore 

Bologna, 11 ottobre 2016

con cortese preghiera di diffusione e pubblicazione

Lunedì 17 ottobre 2016 (Teatro Comunale, Largo Respighi 1, ore 20.30), in occasione di Bologna Modern – festival delle musiche contemporanee, ideato e organizzato in collaborazione con il Teatro Comunale, Musica Insieme porta a #bologna, per la prima ed unica data italiana, la band Krakauer's Ancestral Groove, capeggiata dallo straordinario clarinettista David Krakauer, apprezzato in tutto il mondo sia come grande virtuoso della classica, sia come innovatore in chiave funky e blues del moderno klezmer.  

Pochi artisti hanno la capacità di trasmettere il loro messaggio con un potere tale da travolgere e connettere il pubblico a livello universale. David Krakauer è uno di questi. Da oltre vent'anni persegue una visione artistica unica nel suo genere, e si fa portatore della rivisitazione e modernizzazione del genere Klezmer: la #musica dei suoi antenati ebrei dell'Europa dell'Est. Col progetto Krakauer's Ancestral Groove, che vede al suo fianco una band ritmica che va dalla chitarra elettrica al basso, alla batteria, senza dimenticare l'elettronica, Krakauer è ambasciatore riconosciuto di un percorso che infrange ogni frontiera musicale: quello che fonde insieme il suono 'ancestrale' della tradizione popolare con le suggestioni più varie, con un'energia che va dritto al cuore. I brani che Krakauer propone riflettono tutte le sfaccettature di questo incredibile viaggio di esplorazione. I suoi suoni partono dal klezmer come 'base di incanto' per poi raggiungere il pubblico su un tappeto sonoro che travalica tutte le frontiere. «Penso che riunire vari stili – sostiene Krakauer – rappresenti una metafora dell'unire persone e culture, e al giorno d'oggi questo è essenziale. Certo, il processo deve essere organico, e deve esaltare le caratteristiche comuni. Ancestral Groove riunisce gli ambiti klezmer, jazz, funk, hip-hop e la nuova #musica classica. La sfida sta nel creare con questi elementi qualcosa di totalmente nuovo e inaspettato».

David Krakauer è considerato uno dei migliori clarinettisti al mondo. Ha collaborato con i compositori Danny Elfman, Osvaldo Golijov, John Zorn, Mohammed Fairouz e Wlad Marhulets e si è esibito con quartetti d'archi come il Kronos, il Tokyo, e l'Emerson, e in veste di solista con le principali orchestre. La chitarrista Sheryl Bailey è stata premiata al concorso "Thelonius Monk" nel 1995 ed è stata votata come stella nascente dal DownBeat nel 2013, mentre il bassista Jerome Harris vanta collaborazioni con artisti di fama mondiale: da Sonny Rollins a Bob Stewart, George Russel, e tanti altri. Il batterista Michael Sarin è stato al centro della comunità jazz newyorkese, esibendosi in tutto il mondo con Thomas Chapin, Myra Melford, Erik Friedlander. Jeremy Flower, col nome d'arte di "Keepalive", è considerato l'arma segreta del Boston Unlockedgroove Collective, uno dei primi gruppi di produttori di techno della East Coast.

I concerti di #musicainsieme all'interno del cartellone di #bologna Modern si realizzano grazie al fondamentale contributo di Pelliconi.

Biglietti da 10 a 30 euro, in vendita presso la Biglietteria del Teatro Comunale di Bologna (dal martedì al venerdì ore 14-18, sabato ore 11-15, e il giorno del #concerto a partire dalle 18.30) e sul circuito Vivaticket.Sconti del 20% per gli abbonati di #musicainsieme e del Teatro Comunale e per i possessori di Card Musei Metropolitani e #bologna Jazz Card.

KRAKAUER'S ANCESTRAL GROOVE

DAVID KRAKAUER clarinetto, clarinetto basso

SHERYL BAILEY chitarra elettrica

JEROME HARRIS basso

MICHAEL SARIN batteria

KEEPALIVE voce, laptop, sintetizzatore

DAVID KRAKAUER – clarinetto, clarinetto basso, voce

Considerato uno dei migliori clarinettisti al mondo, viene elogiato come innovatore del moderno Klezmer così come 'voce' importante della #musica classica. Conosciuto semplicemente come "Krakauer", egli ha intrapreso un viaggio di trasformazione della #musica ebraica dell'Europa orientale in qualcosa di unicamente contemporaneo. Questo percorso ha portato Krakauer alla realizzazione di progetti che lo hanno visto collaborare con numerose orchestre, e partecipare ad importanti festival, accompagnato dalla sua stessa band. Ha condiviso il palco con una vasta gamma di artisti quali i Klezmatics, Fred Wesley, Itzhak Perlman, Socalled, Eiko e Koma, Leonard Slatkin e Iva Bitova, e ha collaborato con compositori del calibro di Danny Elfman, Osvaldo Golijov, David Del Tredici, John Zorn, George Tsontakis, Mohammed Fairouz e Wlad Marhulets. Inoltre, si è esibito con rinomati quartetti d'archi: il Kronos, il Tokyo, e l'Emerson, e in veste di solista con orchestre quali l'Orchestre de Lyon, l'Orquestra Sinfonica de Madrid, la Fenice Symphony, la Brooklyn Philharmonic, la Dresdener Philharmonie e la Detroit Symphony.

 SHERYL BAILEY – chitarra elettrica

La sua chitarra non ha rivali: Sheryl Bailey è considerata tra i primi chitarristi con 'base bop' ad emergere negli anni 90. È stata votata come stella nascente dal DownBeat nel 2013 e ha conquistato il terzo posto al concorso Thelonius Monk nel 1995.

JEROME HARRIS – basso

Riconosciuto a livello internazionale come uno dei più versatili e carismatici musicisti della sua generazione, sia per la chitarra che per il basso, Jerome, vanta collaborazioni con una vasta gamma di artisti di fama mondiale: da Sonny Rollins (di cui è stato chitarrista fino al 1994) a Jack DeJohnette, da Bob Stewart a George Russel, e tanti altri.

MICHAEL SARIN – batteria

Negli ultimi vent'anni, il batterista Michael Sarin è stato al centro della comunità jazz newyorkese. La sua versatilità lo ha portato a collaborare con artisti quali Thomas Chapin, Dave Douglas, Myra Melford, Ben Allison, #davidkrakauer e Erik Friedlander e ad esibirsi in tutto il mondo.

KEEPALIVE -  voce, laptop, sintetizzatore

Jeremy Flower, che si esibisce come "Keepalive", è considerato l'arma segreta del 'Boston Unlockedgroove collective', uno dei primi gruppi di produttori di tecno della Est Coast. Fra le numerose collaborazioni, è da ricordare quella con il compositore argentino Osvaldo Golijov, con il quale ha lavorato per la composizione contemporanea candidata al Grammy, "Ayre", e l'opera "Ainadamar", anch'essa in nomination per due grammys.

News correlate

ottobre 17, 2017
download all Scarica tutto
ottobre 13, 2017
download all Scarica tutto
ottobre 06, 2017
download all Scarica tutto

Ti potrebbe interessare anche

settembre 08, 2017
download all Scarica tutto
agosto 30, 2017
download all Scarica tutto
luglio 07, 2017
download all Scarica tutto

Filtro avanzato