logo culturemarketing
art&culture
gennaio 10, 2017

Premio Andare oltre si può 2016: vince l’opera let’s go di Lauro Dini

Andare oltre si può: vince l’opera let’s go di #laurodini, una sdraio che invita a non sedersi, a sperimentare e a mettersi in gioco alla ricerca di una speranza comune.

Con l’opera “Let’s go!”, è #laurodini ad aggiudicarsi il #premio Andare oltre si può 2016.
Un opera che ha riscosso il parere favorevole di tutta la giuria che ha apprezzato l’eclettica idea di presentare uno scatto fotografico di un landscape della Mongolia attraverso la stampa su una tela di una sdraio con l’invito a non sedersi.

“Il vincitore – è il giudizio della giuria - ha saputo centrare il tema, con fantasia e gusto estetico, mostrando coerenza concettuale. L’utilizzo di una sdraio e l’invito a non sedersi, ad andare verso luoghi lontani è l’invito rivolto a tutti, indistintamente, a mettersi in gioco alla ricerca di una speranza comune.”

Nella sezione scrittura trionfa invece Francesca Bernabei con Il passo lento della sera, mentre per la musica il #premio va a Edoardo Borghini, autore di Profughi. Il vincitore della sezione arti grafiche e pittoriche è invece Nicola Maggi, con il suo Notturno. #laurodini si aggiudica anche il primo posto per la sezione fotografica. Il #premio design è andato ad Ecoland, con l’orTaBiLE e il #premio web2.0, grazie al voto on line, è stato aggiudicato da Stefano Puccetti con l’opera fotografica Cammino.

Successo per l’asta benefica che si è svolta nel pomeriggio in Sala Ademollo. Raccolti 4.800 euro nella giornata che ha chiuso la IV edizione di Andare oltre si può che ha attirato una grande folla di partecipanti e curiosi.

I ricavi del progetto 2016 saranno devoluti per le attività terapeutiche, formative ed educative all’Associazione Down Lucca e all’associazione “L’amore non conta i cromosomi” e per proseguire il progetto di presenza sul territorio di questi anni dopo le installazioni delle giostre inclusive sui parchi pubblici di Lucca e Capannori.

Un anno di importanti iniziative e collaborazioni che hanno portato a Lucca personaggi della cultura, dello spettacolo e dello sport come gli scrittori Luis Sepuveda e Alfonso Sagasta, Luca Tommassini, direttore artistico di X-Factor e Nicole Orlando, campionessa mondiale di atletica leggera con sindrome di down.

Soddisfatti gli organizzatori che hanno già annunciato al pubblico presente il proseguimento del progetto per il 2017 lanciando le due prossime iniziative: il 21 marzo ilselfiepiùgrandeditalia in occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, dopo il grande successo dello scorso anno grazie anche alla partecipazione di personaggi dello spettacolo nazionali e internazionali, e il White Party 2017 per la quale si è da subito scatenata la curiosità sulla data e la location scelta.

Filtro avanzato