logo culturemarketing
art&culture
aprile 20, 2017 - comune di parma

Cultura, arte, musica e buon cibo: così Parma festeggia il 25 aprile e il 1° maggio

Parma, 20 aprile 2017_Due ponti (quello del 25 aprile e quello del 1° maggio) e una città. Parma non è solo un luogo, ma un’esperienza da scoprire, attraverso il linguaggio universale del cibo, dell’arte, della #musica, del “saper vivere”. La Città Creativa per la Gastronomia UNESCO si rivela al pubblico con un ricco calendario di eventi e iniziative, durante i ponti di aprile e maggio, per far immergere residenti e turisti nel cuore accogliente dell’Emilia. Il 72° anniversario della Liberazione è un evento nell’evento: proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, concerti – tra cui quelli di Brunori Sas e Samuele Bersani – e percorsi nei luoghi della Resistenza con una programmazione che proseguirà fino a venerdì 28 aprile, e vedrà il suo clou dal 22 al 25 aprile. Inoltre, il ricco patrimonio museale ed espositivo della città rimarrà aperto per accogliere i visitatori. Sarà l’occasione per visitare diverse mostre, come “Patti Smith – Higher Learning e The NY Scene” al Palazzo del Governatore (23, 24 e 25 aprile dalle 10.00 alle 21.00, ingresso a pagamento) e le esposizioni del festival PARMA 360: “De Rerum Natura. Omaggio a Nino Migliori” al Palazzetto Eucherio Sanvitale (23, 24 e 25 aprile dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 18), “Il colore delle stelle e Lapis: illustratori contemporanei” a Palazzo Pigorini (23, 24 e 25 aprile dalle 11 alle 20), “Nonpotreiusareilverdesenoncifossemarioschifano” alla Galleria San Ludovico (23, 24 e 25 aprile dalle 11 alle 20). Il ponte del 1° maggio segue invece il filo conduttore della gastronomia, con il Parma Street Food Festival: tre giorni di assaggi, giochi, spettacoli organizzati intorno al tema del cibo di strada. Ecco una panoramica, giorno per giorno, delle proposte da segnare in calendario, ognuna delle quali “vale il viaggio”. PONTE DEL 25 APRILE Sabato 22 aprile Una giornata densa di eventi: una visita guidata, un dibattito, un #concerto itinerante e perfino un “rito sonoro”. Appuntamento alla Pinacoteca Stuard, alle 16.30, per “Guerre e Battaglie dipinte”, una panoramica sui dipinti di genere bellico, tra iconografia e storia. La #mostra resterà aperta il 23, 24 e 25 aprile, dalle 10.30 alle 18.30. All’Oratorio Novo della Biblioteca Civica (ore 17) un incontro-dibattito racconta “Punti di vista: Prima della Liberazione”, la vita a Parma negli anni del fascismo. Per ascoltare “La Resistenza nella voce delle donne” si può seguire il #concerto itinerante con reading della Banda FONC, che parte da Vicolo Santa Maria alle 19. “Bello Mondo” è invece l’originale performance di Mariangela Gualtieri con la guida di Cesare Ronconi - produzione Teatro Valdoca, alle ore 21 al Teatro al Parco (ingresso a pagamento). Domenica 23 aprile La #musica è protagonista della giornata di domenica, a partire dalla presentazione dell’opera discografica “1000 Papaveri rossi” commissionata a Raimondo Meli Lupi, alle 17, a Villa Meli Lupi. In serata uno degli eventi clou del programma, il #concerto di Brunori Sas nel Cortile della Pilotta, a partire dalle 21.30. L’artista ha scelto Parma come tappa del suo “A casa tutto bene tour”. Un viaggio che unisce la Calabria e Milano, ritmi ancestrali e ispirazioni più “sintetiche”, secondo un percorso originale fortemente autobiografico. Lunedì 24 aprile Le testimonianze di chi ha partecipato attivamente alla Liberazione in due significativi appuntamenti: la serie di reading “Vite Ritrovate. Ritratti Partigiani”, all’Auditorium Casa della #musica, alle ore 18, e la proiezione del documentario “La Mia Bandiera - La Resistenza al Femminile in Emilia Romagna”, dedicato alle staffette partigiane, al Cinema d’Azeglio d’essai, ore 19.30. Un crescendo di emozioni che si chiude nel Cortile della Pillotta, ballando al ritmo della band Fast Animals and Slow Kids (“Forse non è la felicità tour”), alle 19.30, e dei Planet Funk (“Recall Tour”), in #concerto alle 21.30. Martedì 25 aprile Il 25 aprile rappresenta sia una festa di piazza che un momento di condivisione intorno al tema della Liberazione e della memoria collettiva. Spazio quindi alla Messa nella chiesa di Santa Croce (ore 9.30), al corteo con il Corpo bandistico Giuseppe Verdi (Barriera D’Azeglio, ore 10.15), con arrivo in Piazza Garibaldi, per le cerimonie istituzionali. Nel pomeriggio, partendo alle 14.30 da piazza Garibaldi, tutti in bicicletta per pedalare attraverso i luoghi della guerra e della lotta di liberazione: “Resistere, Pedalare, Resistere” è un percorso storico che invita alla partecipazione e coinvolge in modo diretto e appassionante. Nel pomeriggio, alle 15, appuntamento in Piazza della Steccata con la compagnia Ferrari, che da 120 anni porta avanti la tradizione dei burattini e delle marionette, tra arte, spettacolo e collezionismo. La giornata prosegue con il #concerto del Corpo Bandistico Giuseppe Verdi e del Coro Renata Tebaldi ai Portici del Grano (ore 16) e con lo spettacolo al Lenz Teatro, alle ore 18, Aktion T4, tristemente noto come uno dei peggiori progetti eugenetici nazisti, cui seguirà una conversazione sul tema (ingresso a pagamento). Una giornata densa di contenuti e di proposte, che si conclude con il festoso #concerto di Samuele Bersani nel Cortile della Pillotta dalle ore 21.30. Il cantante ripercorre 25 anni di carriera con "La fortuna che abbiamo TOUR", accompagnato da una straordinaria band di musicisti in uno show di toccante impatto musicale ed emotivo. PONTE DEL 1° MAGGIO L’anno scorso l’edizione zero del Parma Street Food Festival è stata un clamoroso successo di pubblico: la città è pronta ad ospitare da sabato 29 aprile a lunedì 1° maggio tre giorni di “gastronomia su 4 ruote”, show cooking, laboratori, cene sotto le stelle, spazi bimbi e sorprese a non finire nella bella cornice del Piazzale della Pilotta. I numeri della manifestazione: 28 Truck Food, vere e proprie cucine da strada, due piazze attrezzate, due palchi per gli spettacoli, bar, zone lounge e zone cocktail, e ben 50 esibizioni live, dj set, spettacoli e degustazioni. L’evento, firmato Parma “City Of Gastronomy” UNESCO, è organizzato da Confesercenti Parma con il patrocinio del #comunediparma e il coinvolgimento di numerose imprese parmigiane. Protagonisti il finger food e il cibo da strada, che stanno conoscendo in questi anni una fase di rivalutazione e riconcettualizzazione. Camioncini, ape car e furgoncini d’epoca offriranno una selezione delle ricette e delle preparazioni più gustose del Made in Italy. Non mancherà uno spazio 100% parmigiano, una piazza dove degustare anolini, tortelli di erbetta, birra artigianale locale, Lambrusco, Malvasia, torta fritta, polpette di cavallo e il nuovo gelato gusto “Parma”. Ma il Festival è molto di più: è uno spazio di rielaborazione del concetto di stare insieme, un modo per esplorare nuovi linguaggi street e tendenze giovanili. La manifestazione si apre, venerdì 29, con il primo Cluedo Vivente – già 200 iscritti – che promette un clima appassionante e ricco di suspence, degno di un giallo. Sabato 30 il pubblico è invitato a partecipare al più grande “Silent Party” all’aperto organizzato a Parma, con 3 dj e ben 1.000 cuffie a disposizione, per ascoltare la #musica in totale silenzio. Infine, lunedì 1 maggio la piazza diventa un unico grande palco per un’esibizione di live music non-stop che inizia alle 11 e prosegue fino a chiusura.

Filtro avanzato