logo culturemarketing
art&culture
aprile 27, 2017 - Max Museo Chiasso

Ultimi giorni per visitare la mostra "Un secolo di jazz. La creatività estemporanea" allo Spazio Officina di Chiasso

Ultimi giorni per visitare la #mostra "Un secolo di jazz. La creatività estemporanea" allo Spazio Officina di Chiasso. 


Domenica 30 aprile 2017, infatti, chiuderà l'esposizione che presenta 300 cover dagli anni '40 via, manifesti che per la loro bellezza sono riconosciuti come vere e proprie opere d'arte – fra cui alcuni degli anni '80 del Festival Jazz di Willisau con la grafica dello svizzero Niklaus Troxler – e il primo disco jazz in gommalacca 

del 1917


In #mostra anche splendidi grammofoni della fine dell'Ottocento e dell'inizio del Novecento, fonografi, una fonovaligia Odeon portatile, un registratore a bobine, edizioni e spartiti divenuti celebri, supporti sonori pre-discografici, epistolari, contratti, libri e riviste, spezzoni di film e registrazioni audio, ma anche due clarinetti di Paul "Polo" Barnes, il tamburo di Ray Bauduc della Bob Crosby's Orchestra di Chicago, il banjo di Fabio Turazzi, i piatti della batteria di 

Shelly Manne e la fisarmonica del mitico Gorni Kramer


Una sezione è dedicata a foto scattate da Roberto Polillo e da Maurizio Ruggeri nel corso degli anni ai più grandi personaggi del jazz: Stéphane Grappelli, Thelonious Monk, Shelly Manne, Louis Armstrong, Miles Davis, Benny Goodman, Charles Mingus, Duke Ellington, John Coltrane, Dizzy Gillespie, Ella Fitzgerald, Lionel 

Hampton, Anthony Braxton, Ron Carter ecc. 


Orari venerdì: ore 14.00-18.00


Orari sabato e domenica: ore 10.00-12.00 e 14.00-18.00