logo culturemarketing
art&culture
maggio 19, 2017

Special Guest...spaziali al Festival del Volo

Franco Malerba, primo Astronauta Italiano sbarcato nello spazio 25 anni fa, sarà presente

alla kermesse il 2 giugno per incontrare il pubblico e per il convegno scientifico

Tante le adrenaliniche sorprese nel contesto di un'esposizione unica dedicata alla storia del Volo e dello Spazio per far rivivere al grande pubblico l'immensa eredità del genio umano e le epiche imprese del passato italiano. Un #festivaldelvolo ricco di succose novità tanto da definirsi il 1° #festivaldelvolo dalle Mongolfiere allo Spazio

Il 2 giugno alle ore 14 al Festival del Volo arriverà uno special guest...spaziale... davvero speciale. Si tratta di Franco Malerba, primo astronauta Italiano ad andare nello Spazio. Alla Kermesse del Volo nell'area Area EXPerience  (Ex Expo)  si celebrano i 25 anni da quella emozionante impresa. Sarà possibile incontrarlo, farle una domanda a brucia pelo, scattare un selfie, farsi fare un autografo  poi... volare ad ascoltarlo dalle ore 16 al Convegno scientifico dove sarà affiancato da altri importanti ed autorevoli ospiti come Amalia Ercoli Finzi, illustre scienziata, professoressa del Politecnico di #milano, capostipite dell'ingegneria aerospaziale; Donatella Ricci, fisica con la passione per il volo, recente primatista mondiale a bordo di un autogiro; Emanuele Viscuso,  il maggior esperto di alimentazione "extraterrestre", il primo a proporre alcuni nostre prelibatezza italiane nello spazio. A fare gli onori di casa Umberto Cavallaro, presidente ASITAF, e Marco Majrani, ideatore del #festivaldelvolo e maggior esperto di storia dell'aerostatica.Per partecipare mandare una mail ainfo@festivaldelvolo.itSempre nella stessa giornataè previsto l'Annullo Filatelico Spaziale in collaborazione con Poste Italiane con cartoline, timbri e francobolli a tema aerostatica e spazio. Il viaggio storico culturale nel mondo delle mongolfiere  allo Spazio è  protagonista anche di  una mostra che ripercorre gli scenari incantevoli delle prime esplorazioni, dalla prima favolosa ascensione organizzata dai fratelli Montgolfier, ai fantascientifici ed entusiasmanti racconti di Jules Verne, ai primati lombardi, fino alle incredibili imprese dei giorni nostri, con il giro del mondo in pallone senza scalo di Bertrand Piccard. Cuore dell'esposizione è la sezione legata alla storia dei "giganti più leggeri dell'aria", con antichi oggetti esclusivi provenienti da collezioni private e realizzata in collaborazione con i principali musei aeronautici italiani quali Vigna di Valle e Museo Caproni di Trento e con altre "raccolte", dal Vittoriale all'Aeronautica Militare. Non mancano quadri, stampe d'epoca, suppellettili di fine Settecento ispirate alla moda "au ballon" e la più completa collezione italiana di medaglie con soggetti aerostatici. Da segnalare la collaborazione con italvetrine , per alcuni degli elementi espositivi. Curatore di questo percorso è Marco Majrani, ideatore del #festivaldelvolo e maggior esperto di storia dell'aerostatica. nella zona "mostra velivoli" alcuni notevoli modelli spaziali in esposizione. Curatore dell'esposizione è Umberto Cavallaro, Presidente di AS.IT.AF., Associazione Italiana di Astrofilatelia, punto di riferimento italiano degli Astrofilatelisti, dei collezionisti di oggetti filatelici relativi alla esplorazione dello Spazio, astronautica e collezionismo. Umberto Cavallaro ha recentemente pubblicato il volume "Donne nello spazio", sponsorizzato da AS.IT.AF. e Thales Alenia Space Italia  in collaborazione con Altec e Argotec.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare