logo culturemarketing
art&culture
settembre 26, 2017 - Musica per roma

Luca di Luzio: Atlas Ego Imago Mundi, a cura di Anna Cestelli Guidi - 27 settembre 2017 / 10 ottobre 2017, AuditoriumArte. Ingresso libero

La #mostra di #lucadiluzio si colloca nella rassegna “Giovani Talenti” con cui la Fondazione Musica per #roma intende continuare ed approfondire la sua attività di scouting nei confronti di artisti tra i 30 e i 40 anni e la ricerca di nuovi linguaggi espressivi, come già intrapreso con la rassegna sul suono “One Space / One Sound”.

Il progetto Atlas Ego Imago Mundi di #lucadiluzio presenta una ricerca artistica inedita in bilico tra il linguaggio del corpo e il linguaggio della pittura in continuo sconfinamento. Con un procedimento di natura concettuale l’artista usa il suo corpo come matrice, trasformando con la pittura e il colore le sue impronte corporee in prospettive aeree di immaginari luoghi geografici, creando così delle mappe sempre diverse, quasi a costruire un atlante di questi luoghi. Atlante immaginario che diventa così metafora del corpo considerato non solo come punto di contatto tra l’interiore e l’esteriore, tra l’io e il mondo, ma matrice stessa di questi mondi, dove la loro separazione è ambigua perché non è ancora mai nata.

E l’atlante, effettivamente realizzato e rilegato artigianalmente in un libro, il cui simbolo è il cerchio inscritto nel quadrato lo stesso dell’uomo vitruviano di Leonardo, è il cuore pulsante dell’intero progetto ed è esposto in AuditoriumArte assieme alla serie di mappe su grandi e piccole carte che ci appaiono come terre selvagge e di confine in un gioco continuo di vuoti e pieni dove la cartografia corporea dell’artista si trasforma in astratto spazio primordiale.

Filtro avanzato