logo culturemarketing
art&culture
ottobre 13, 2017 - Fondazione Musica Insieme

Musica Insieme: su il sipario con i capolavori di Wagner, Korngold e Bruckner - 16 ottobre 2017

Bologna, 13 ottobre 2017

Lunedì 16 ottobre 2017 (ore 20.30), Musica Insieme inaugura la Stagione dei Concerti 2017/2018. Per questa occasione speciale, il cartellone di #musica Insieme si aprirà, nella consueta sede dell’Auditorium Manzoni (Via de’ Monari 1/2), con l’Orchestra Giovanile Italiana,straordinaria realtà sinfonica nata in quell’altrettanto straordinaria fucina di talenti che è la Scuola di #musica di Fiesole. Accanto alla compagine, con cui #musica Insieme ha stretto un sodalizio ormai decennale, il violino di Michael Barenboim, interprete tra i più apprezzati della sua generazione. Sul podio salirà Philippe Auguin, in un programma che rende omaggio al grande Franco Ferrara, con musiche di Richard Wagner, Erich Wolfgang Korngold e Anton Bruckner. Il #concerto, che partecipa al cartellone di Bologna Modern #2 – Festival per le musiche contemporanee, sarà introdotto da Nicola Sani, Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro Comunale di #bologna.

L’Orchestra Giovanile Italiana, tenuta a battesimo da Riccardo Muti ediretta fra gli altri da Abbado, Berio, Gatti e Sinopoli, in trent’anni di attività formativa ha contributo alla vita musicale del Paese con oltre mille artisti occupati nelle principali orchestre. Michael Barenboim, primo violino della West-Eastern Divan Orchestra, si esibisce regolarmente nelle maggiori sale da #concerto, tra le quali Royal Albert Hall di Londra e Carnegie Hall di New York. Philippe Auguin, attuale Direttore musicale della Washington National Opera, è ospite delle istituzioni concertistiche più prestigiose.

Originale il programma proposto dall’OGI, che ne testimonia l’intelligenza musicale e la ricerca al di fuori del panorama consueto. Il #concerto sarà infatti dedicato al repertorio prediletto dal grande direttore Franco Ferrara, che della Scuola di #musica di Fiesole fu uno dei maggiori maestri, annoverando fra i suoi allievi anche #philippeauguin. Al centro del programma, l’impegnativo, e raro, Concerto in re maggiore op. 35 per violino e orchestra di Erich Wolfgang Korngold, datato 1945, la cui caratteristica principale, a detta dello stesso #michaelbarenboim, è «un particolare tipo di scrittura per violino, simile al canto: diceva di averlo scritto per un Caruso, non tanto per un Paganini». Il #concerto sarà incorniciato tra due pagine celeberrime e amatissime come il Preludio dei Maestri cantori di Norimbergadi Richard Wagner e la Settima Sinfonia di Anton Bruckner, che nei ricordi di #philippeauguin rivestiva un ruolo speciale per Franco Ferrara: «dirigendola, Ferrara voleva rivelare un mondo molto lontano dal nostro quotidiano... ne aveva una visione fervente, lirica, intensa e superlativa». Due compositori, Wagner e Bruckner, che hanno entrambi ‘danzato sull’abisso’ dell’Europa di fine Ottocento, l’uno discepolo riconosciuto dell’altro, ed ai quali Korngold si affianca con incredibile naturalezza, con uno stile che unisce la fedeltà al retaggio mahleriano e straussiano alle più moderne istanze della #musica cinematografica.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

Filtro avanzato