logo culturemarketing
art&culture
luglio 09, 2018 - Varignana Music Festival

Varignana Music Festival – V edizione Palazzo di Varignana | Via Ca’ Masino 611A – Varignana BO

Martedì 10 luglio, ore 20, continuano gli appuntamenti con la V edizione del Varignana Music Festival,la rassegna realizzata da #musica Insieme e Palazzo di #varignana. Protagonista il pianista ucraino Antoniii Baryshevskyi, trionfatore al Concorso “Arthur Rubenstein” di Tel Aviv nel 2014 ed ospite regolare del Festival Progetto di Lugano di Martha Argerich, nonché del Piano Festival della Ruhr e di sale come Gasteig München e Wigmore Hall di Londra. Baryshevskyi ama spaziare tra forme, epoche e luoghi. Il programma del suo recital mette in mostra questa sua poliedricità, accostando capolavori della #musica di diversi autori, partendo da Fantasia di Robert Schumann, passando poi per l’Improvviso n. 4 D 935 di Franz Schubert e una raccolta di brevi, ma affascinanti pagine di Aleksandr Skrjabin, per poi concludere con Tango e i Tre Movimenti da Petruška di Igor Stravinskij,impegnativa e virtuosistica trascrizione di celebri pagine del balletto omonimo.


Mercoledì 11 luglio, ore 20, il #varignana Music Festival accoglierà il Quartetto Prometeo, affiancato dal violoncello virtuoso di Enrico Bronzi. Premiato al Prague Spring International Music Competition, alla Biennale #musica di Venezia e per ben due volte al Concorso ARD di Monaco, il quartetto è attivo al fianco di artisti come Brunello, Geringas, Hagen e Belcea Quartet ed è dedicatario delle opere di autori quali Ivan Fedele e Salvatore Sciarrino. Proprio al Prometeo il celebre compositore siciliano ha dedicato i suoi Studi tratti da Domenico Scarlatti, dove lo stile popolaresco e flamboyant dell’antico si traduce nel linguaggio dell’oggi. A completare il programma, un capolavoro assoluto come il Quintetto in do maggiore D 956, ultimato da Franz Schubert poche settimane prima di morire. Ad eseguirlo insieme al Prometeo sarà Bronzi, fondatore del Trio di Parma nel 1990, insignito del “Premio Abbiati” della critica musicale italiana, ed ospite della Carnegie Hall di New York come del Mozarteum di Salisburgo.


Giovedì 12 luglio, ore 20, il #varignana Music Festival accoglierà la presenza ormai attesissima di Alexander Romanovsky, suo testimonial fin dalla I edizione. Vincitore del Premio “Busoni” e oggi ospite di orchestre che vanno dalla New York Philharmonic alla Filarmonica della Scala, al fianco di direttori come Pappano, Noseda e Conlon, nel suo recital solisticoRomanovskysi destreggerà tra il flusso travolgente della Sonata in si minore di Franz Liszt e il ‘virtuosismo poetico’ dei Dodici Studi op. 25 di FryderykChopin. Due autori che erano anche amici e colleghi, legati da una stima reciproca che fece sì che proprio la sua prima raccolta di Studi Chopin la dedicasse a Liszt. L’opera 25 allinea in effetti dodici brani dove lo sviluppo di una specifica difficoltà tecnica sfocia in pagine di assoluta bellezza, così come i classici movimenti della sonata sfociano in Liszt in un unico, travolgente magma sonoro, dove i temi si intrecciano e si trasfigurano con una grandiosità quasi sinfonica.


Per informazioni sul festival e acquisto biglietti: Segreteria #musica Insieme | Tel. +39 051 271932

vmf@palazzodivarignana.itPer acquistare i biglietti online: www.vivaticket.it

Filtro avanzato