logo culturemarketing
art&culture
ottobre 23, 2018

Davide Groppi partecipa al progetto Guggenheim Intrapresae e presenta il libro "Incontroluce", sintesi di trent’anni di attività

Siamo lieti di comunicare che #davidegroppi è entrato a far parte di #Guggenheim Intrapresæ, il prestigioso gruppo di eccellenze aziendali che dal 1992 sostiene la programmazione espositiva e le attività della Collezione Peggy #Guggenheim di #Venezia. Per l’occasione è stato presentato “INCONTROLUCE”, racconto in parole e immagini di trent’anni di attività.

“Negli ultimi anni” - spiega #davidegroppi - “ci siamo dedicati molto, all’esplorazione nel mondo dell’arte e della luce per l’arte. Per questo siamo felicissimi di entrare a far parte di #Guggenheim Intrapresæ e di sostenere così uno dei principali musei italiani per l’arte europea e statunitense della prima metà del ventesimo secolo.

Alla Collezione Peggy #Guggenheim sono esposti capolavori di Picasso, Dalí, Magritte, Brâncuși e Pollock e, nella collezione di astrattismo informale italiano, opere straordinarie di Fontana, Afro Basaldella, Agostino Bonalumi, Toti Scialoja, Emilio Vedova e Carla Accardi. Si tratta di una realtà straordinaria, visitata da più di 400.000 persone all’anno, e ci piace sostenerla con tutte le nostre forze”.

DAVIDE GROPPI

Davide Groppi si è contraddistinto da sempre per indipendenza creativa e imprenditoriale, sviluppando prodotti originalissimi e immediatamente riconoscibili: lampade e progetti di luce in cui semplicità, leggerezza, emozione ed invenzione sono le componenti fondamentali. Negli anni ha collaborato con grandi aziende di #design e ha realizzato progetti in tutto il mondo: abitazioni, negozi, musei e soprattutto ristoranti. Alcuni dei più importanti chef stellati al mondo hanno infatti scelto la luce di #davidegroppi, da Massimo Bottura, Massimiliano Alajmo e Moreno Cedroni, sino a Giancarlo Perbellini, Carlo Cracco, Albert Adrià, Ciccio Sultano, Gennaro Esposito per citarne sono alcuni. Da Marzo 2018 l’azienda #davidegroppi srl, è entrata a far parte della holding IDB - Italian #design Brands S.p.A. - con l’obiettivo di rafforzare la già importante presenza del marchio nei mercati internazionali. Italian #design Brands S.p.A. (IDB) piattaforma che riunisce società attive nel settore dell’arredamento di #design di alta qualità, per promuovere un polo del #design italiano dei mobili e dell’arredamento di alta qualità. 

L’arte è sempre stata complice e compagna del lavoro di #davidegroppi. Alcune sue lampade sono ispirate dalle opere di artisti famosi - la luce del Caravaggio, i tagli di Fontana - e il suo modo di “pensare la luce” si è plasmato su quello degli artisti. La pazienza e il procedere meticoloso delle antiche botteghe artigiane si sono uniti al bruciante desiderio di sperimentare in maniera sempre più audace, tipico degli artisti contemporanei. Confrontarsi con l’arte degli altri, poterla illuminare e valorizzare, è diventato sempre più frequente e del tutto naturale per l’azienda. Un desiderio realizzato, potremmo dire. “Illuminare l’arte è un gesto di responsabilità” - racconta #davidegroppi - “La luce può essere considerata l’ennesimo colore della tavolozza o l’ennesimo colpo di scalpello dello scultore. Per questo deve essere delicata e rispettosa, leggera e sartoriale. Nell’illuminare un’opera cerchiamo sempre di avvicinarci alla luce che aveva in mente l’artista nel momento della creazione, con lavoro paziente e meticoloso, di immaginazione ma anche di coerenza filologica”.

GUGGENHEIM INTRAPRESÆ

Guggenheim intrapresæ, il primo e più conosciuto progetto italiano di sostegno privato ad un #museo, nasce nel 1992 come collaborazione strategica tra la Collezione Peggy #Guggenheim di #Venezia e alcune aziende che condividono la passione per l’arte e credono nell’investimento a sostegno della cultura. Il gruppo si compone di eccellenze italiane e internazionali che si distinguono per l’attenzione a progetti culturali e di responsabilità sociale, alle quali il #museo garantisce unicità e piena visibilità. “Guggenheim Intrapresæ è un programma di corporate membership unico nel suo genere in Italia, che esprime il profondo legame che può esistere tra #arte e qualità imprenditoriale in un’ottica comune di sinergia” - afferma Karole P.B.Vail, direttrice del #museo - “È un onore per la Collezione Peggy #Guggenheim che rappresento vedere che 19 aziende Intrapresæ condividano anno dopo anno, da 26 anni, i nostri valori istituzionali, partecipando attivamente alla vita del #museo. La relazione tra #arte e Impresa per la Collezione Peggy #Guggenheim è un’alleanza naturale, nata per perseguire un fine comune: la creazione di valore e di eccellenza.Sono lieta che #davidegroppi si sia unito al gruppo e mi auguro che questa nostra nuova collaborazione possa essere duratura e proficua”.

INCONTROLUCE

“La luce è racconto … “INCONTROLUCE” è il diario di un viaggio iniziato nel 1988, e nello stesso tempo segna un punto di partenza verso nuove esplorazioni. “INCONTROLUCE” è il racconto per immagini e parole di trent’anni di progetti con la luce. Luce per vedere, ma anche per sentire; luce come visione, ma anche come emozione”. In occasione dell’entrata di #davidegroppi in #Guggenheim Intrapresæ, #davidegroppi ha presentato “INCONTROLUCE”, un #libro nato per raccontare i trent’anni dell’azienda e per condividere, attraverso immagini e scritti, le invenzioni e le visioni vissute in questo periodo. Dalle prime esperienze con le lampadine agli ultimi lavori di luce elettronica, “INCONTROLUCE” ripercorre la carriera di #davidegroppi e della sua azienda, una lunga esplorazione alla ricerca di una luce in grado di vedere e sentire le persone e gli spazi, di una luce che sappia illuminare, emozionare e raccontare. Le lampade e le soluzioni luminose che Davide inventa ogni giorno sono il suo linguaggio: le parole che utilizza per raccontare le sue storie. Storie fatte di luce. Storie come INFINITO, una linea sottile e continua di luce indiretta, essenziale nella sua assenza apparente. Come NULLA, forse il risultato più alto della poetica visuale di #davidegroppi, con il suo profondo lavoro di sottrazione. Come TETATET, luce da tavolo perfetta per amori in cerca d’autore, romantica e profonda, per l’occasione in vendita presso il Museum Shop.


Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare