logo culturemarketing
art&culture
marzo 15, 2019 - Gallerie degli Uffizi

Palazzo Pitti e giardino di Boboli gratuiti nel giorno dell’unita’ d’Italia

Domenica 17 marzo. #pittifureggiasabauda: ora accoglie cinque musei, con dipinti, sculture, gioielli, abiti preziosi

Palazzo Pitti e #giardinodiboboli a ingresso gratuito, domenica 17 marzo, in occasione della ricorrenza dell’Unità d’Italia, avvenuta nel 1861.

Per tutto il giorno i visitatori potranno accedere liberamente ai cinque musei accolti nell’imponente residenza rinascimentale: la Galleria Palatina, quella di #arte moderna, il #museo della Moda e del Costume, quello delle Porcellane, il Tesoro dei Granduchi (contenente opere di oreficeria, argenteria, cristallo, avorioe pietre dure).

A #palazzopitti sono inoltre in corso 4 mostre temporanee: “Animalia Fashion”, dedicata al particolare rapporto tra la moda e le forme del mondo animale, la monografica dell’artista contemporanea americana Kiki Smith, l’esposizione collettiva “Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926” e “Il Carro d’oro di Johann Paul Schor. L’effimero splendore dei carnevali barocchi”.

La giornata gratuita del 17 marzo renderà omaggio, oltre che all'unificazione, anche al ruolo di #palazzopitti, dal 1865 reggia sabauda, dove Vittorio Emanuele II risiedette nei sei anni in cui Firenze fu Capitale d'Italia, fino al 1871.

L’apertura speciale rientra nella programmazione di giornate a ingresso libero nei musei statali stabilita per il 2019 dal Mibac con date selezionate dalla direzione dei singoli istituti.

L'importanza della Toscana per l'Unità d'Italia è da ritenersi fondamentale – commenta il Direttore delle #galleriedegliuffizi Eike Schmidt - la madre di Vittorio Emanuele II era Maria Teresa di Toscana, e quindi il nuovo Re era il nipote di Ferdinando III d'Asburgo-Lorena: non a caso, infatti, scelse Firenze come capitale e #palazzopitti come residenza”.