logo culturemarketing
art&culture
aprile 13, 2019 - National Georaphic

Ultimo giorno per il National Geographic Festival delle Scienze: tra i protagonisti di domani, due Premi Nobel

Termina domani il National Geographic #festival delle Scienze, che anche quest'anno ha portato scienza, innovazione, arte e tecnologia a dialogare nel corso degli oltre 500 appuntamenti in programma. La giornata di domenica all'Auditorium Parco della Musica di #Roma si aprirà alle 11 con la speciale "armonia" tra matematica e musica dei Dialoghi matematici con Franco Ghione e Mario Brunello, introdotti e moderati da Pino Donghi (Sala Petrassi), per proseguire alle 12 con l'incontro sul Cielo di Leonardo, una riflessione di Paolo Galluzzi sul carattere innovativo degli studi di Leonardo sulla Luna, introdotto da Vittorio Bo (Teatro Studio Borgna).

Nel primo pomeriggio si parlerà di Mirabilia, la botanica nascosta nell'arte andando, Da Banksy a Warhol con Renato Bruni moderato da Michele Bellone (ore 14, Teatro Studio Borgna) e di presente e futuro nei settori di Robotica e intelligenza artificiale con Tomaso Poggio, Laura Margheri e Giorgio Metta, moderati da Marco Motta (ore 15, Sala Petrassi), per poi passare alle Imprevedibili particelle e al settore della Fisica che le interessa durante il dialogo tra i fisici Massimo Chiari, Giacomo Cuttone e Speranza Falciano, con Luca Fraioli a fare da moderatore (ore 16, Teatro Studio Borgna). Happycracy sarà la parola chiave dell'incontro successivo, alle ore 17 in Sala Petrassi: la scienza e l'industria della felicità possono controllare le nostre vite? A rispondere, moderati da Rossella Panarese, saranno Edgar Cabanas ed Eva Illouz, pronti a documentare come la felicità sia diventata parte integrante delle trame stesse del potere, mentre alle 18 saranno Angelo De Santis, Riccardo Lanari, Marco Pallavicini e Simona Zoffoli a raccontare di speciali "occhi" tecnologici, potenti e sensibilissimi, che orbitano intorno al nostro pianeta durante Prospettive spaziali in orbita per studiare la terra e conoscere il cosmo, con Marta Meli in veste di moderatrice (ore 18, Teatro Studio Borgna).

Gran finale con i due Premi Nobel per la Fisica 2018 Gerard Mourou e Donna Strickland. Moderati da Marco Cattaneo, gli scopritori delle nuove interazioni tra materia e laser ad alta intensità spiegheranno al pubblico le frontiere aperte tra Laser e futuro, chiudendo con il loro incontro la XIV edizione del #festival.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare