logo culturemarketing
art&culture
luglio 07, 2016 - Fondazione Musica Insieme

Antonio Meneses e il Quartetto di Cremona inaugurano il Varignana Music Festival: 8 luglio 2016

Venerdì 8 luglio, ore 20, serata inaugurale della III edizione del Varignana Music Festival, prestigiosa rassegna estiva interamente dedicata alla #musica classica, realizzata da Musica Insieme e Palazzo di Varignana Resort & SPA. A dare il benvenuto agli ospiti, alle ore 19, sarà il Coro Arcanto, diretto da Giovanna Giovannini, che nel suggestivo Giardino di Palazzo Bentivoglio intratterrà il pubblico con i brani più amati del repertorio corale. Fra le molte novità di quest’anno, la presenza del Quartetto di Cremona, unanimemente considerato l’erede del Quartetto Italiano, che ‘duetterà’ in questa serata inaugurale con il celebre violoncellista brasiliano Antonio Meneses, protagonista sui palchi di tutto il mondo. In programma musiche di Piatti e Schubert.


Tra i grandi protagonisti di questa III edizione del Festival, che avrà luogo dall’8 al 16 luglio, ecco Philippe Daverio, storico dell’arte, autore e conduttore di trasmissioni di successo per le reti RAI, i pianisti Alexander Romanovsky,oggi invitato dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia come dal Mariinskij, Simon Trpčeski, ospite regolare di compagini come la London Symphony e la Los Angeles Philharmonic, e Philipp Kopachevsky, talento russo diretto da Rostropovič, Spivakov e Vengerov.La parata di stelle continua con il violoncellista Alban Gerhardt, che ha all’attivo collaborazioni con ben 250 orchestre in tutto il mondo, la violinista Alissa Margulis, già enfant prodige, oggi al fianco di artisti del calibro di Bashmet, Kremer, Argerich, Maisky, il violoncellista Alexander Buzlov, premiato al Concorso Čajkovskij 2015. Completa il cartellone Dmitry Sitkovetsky, violinista e direttore la cui carriera lo ha visto collaborare con direttori del calibro di Abbado, Sawallisch, Masur, Temirkanov. Spazio alle più diverse declinazioni della cameristica nel #concerto finale, che vedrà affiancarsi a Romanovsky il Quintetto d’Archi del Teatro Comunale di Bologna.


Al Quartetto di Cremona, saranno dedicati tre appuntamenti di questa edizione del Festival. Per l’inaugurazione, la compagine ‘duetterà’ con un altro maestro del nostro tempo, il celebre violoncellista brasiliano Antonio Meneses, perfezionatosi con il grande solista e didatta Antonio Janigro e protagonista sui palchi di tutto il mondo sin dalla vittoria del Premio “Čajkovskij” nel 1982. Sarà Meneses ad aprire il #concerto con due Capricci di Alfredo Piatti, soprannominato “il Paganini del violoncello”, e autore di ben trentatré opere per il suo strumento. Nel Capriccio n. 2, Andante religioso, la scrittura per accordi pieni ricorda l’incedere di un corale, mentre l’Allegro comodo (n. 5) si inerpica con leggerezza fra arpeggi e scalette di grande abilità. Il Quartetto di Cremona e Meneses uniranno poi i loro archetti in un capolavoro assoluto, il Quintetto D 956, completato da Franz Schubert poche settimane prima di morire, dove la scelta timbrica rinuncia alla classica seconda viola a favore della voce piena e profonda del violoncello.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

Filtro avanzato